Perché Mozilla resisterà alla crisi: Webnews intervista Nitot

mercoledì 13 maggio 2009

È online in esclusiva su Webnews l'intervista a Tristan Nitot, presidente di Mozilla Europe, il browser antagonista di Internet Explorer di casa Microsoft.

La Mozilla Foundation, nata nel 2003 per supportare e dirigere il progetto open source Mozilla, coordina il rilascio delle versioni dei software Mozilla, ne stabilisce le linee guida e mantiene l'infrastruttura base necessaria al processo di sviluppo.

Interpellato sull'impatto dell'attuale crisi economica su aziende con modelli non tradizionali, Tristan Nitot spiega che la maggior parte delle entrate di Mozilla deriva da accordi con motori di ricerca partner, tra i quali Google è naturalmente il numero uno. Questo modello minimizza l'effetto della crisi sulla Fondazione, la quale - rivela Nitot in esclusiva a Webnews - mette da parte una significativa quota delle entrate in un "fondo di riserva", tale da garantirle maggiore autonomia nel caso in cui venisse a mancare uno dei partner.

Riguardo al lancio del nuovo browser Chrome da parte di Google, Nitot ritiene che il reale obiettivo della società di Mountain View sia quello di soppiantare Internet Explorer piuttosto che Mozilla, "poiché è pericoloso per Google dipendere dal rivale Microsoft nel mettere a disposizione i propri servizi".

Con questa intervista - disponibile anche in lingua originale su oneOpensource, blog tematico appartenente al network editoriale di Gruppo HTML - Webnews conferma il proprio ruolo di quotidiano online di attualità tecnologica autorevole ed equilibrato, dove reperire giornalmente notizie ed informazioni sempre aggiornate su informatica e web.

Torna all'indice ›