Gruppo Html si fa certificare Audiweb

lunedì 5 novembre 2012

Con la prossima rilevazione di Ottobre 2012 Gruppo Html farà il suo ingresso nel nastro di pianificazione Audiweb. I siti della property mettono a segno un settembre dai numeri importanti: oltre 3.700.000 unique visitor unduplicated, grazie soprattutto alle performance di Motori.it e Webnews.it. La "corazzata" HTML.it, nell'ambito del ranking di categoria Computer & Consumer Electronics News, si posiziona come primo dominio unico (dunque al netto di qualsivoglia aggregazione di brand) con unique audience di 1.830.000 user. Nella stessa classifica Gruppo Html posiziona nella top10 anche altri suoi brand, quali Webnews.it e PMI.it in netta crescita rispetto al trend degli ultimi 9 mesi.

Degna di nota la performance di Motori.it che con 812.000 u.v. si posiziona al secondo posto tra i siti di informazione nel settore automotive, al netto dei marketplace di annunci. Il sito raddoppia la propria audience dall'inizio dell'anno e si conferma un punto di riferimento sempre più centrale per chi è alla ricerca di test drive e notizie per orientare l'acquisto dell'auto nuova.

Impennata del traffico anche per Webnews.it, il sito trend setter nell'ambito dell'innovazione, che a settembre segna + 355% di unique rispetto allo stesso mese del 2011. Webnews è anche il sito che fa segnare una navigazione record sul traffico smartphone e tablet arrivato a rappresentare quasi un terzo del traffico complessivo (fonte Editore).

"Il nostro modello editoriale, fondato sulla verticalità e l'approfondimento - dichiara Massimiliano, Presidente e fondatore di Gruppo HTML - ci ha permesso prima di consolidare la leadership nell'ambito dell'informazione tecnologica, per poi allargare lo stesso modello ad altri ambiti informativi. Oggi Gruppo HTML si posiziona al vertice dell'informazione su temi business, automotive e green, oltre naturalmente alla tecnologia. I dati Audiweb, che pure non comprendono il traffico da mobile in impetuosa ascesa, certificano inoltre profili di utenza particolarmente pregiati per gli investitori alla ricerca di target alto-spendenti e di istruzione elevata, per lo più parte di quel 7% di popolazione italiana attiva che ha nel Web l'unico media di riferimento."

 

Torna all'indice ›