TAG Advertising cresce e accoglie Cristina Pianura

martedì 26 gennaio 2010

Il lancio di TAG Direct, la divisione dedicata all'e-mail marketing, non è l'unica novità del 2010 per TAG Advertising: arriva Cristina Pianura, che nel ruolo di direttore generale affiancherà il direttore vendite Giusy Cappiello, completando il team di direzione.

"L'opportunità di lavorare in TAG Advertising è una bellissima sfida che ho voluto cogliere in un momento delicato per il mercato dell'adv online, in cui per vincere la concorrenza occorre avere una marcia in più - afferma Cristina Pianura -. In TAG Advertising ho trovato tutti i presupposti giusti: un'azienda leader nel suo settore, una grande attenzione al cliente, una elevatissima professionalità e un gruppo molto coeso. Porterò la mia esperienza nella costruzione e gestione di network complessi, con l'obiettivo di offrire nuove opportunità di business alla già solida forza vendita".

Con l'ingresso di Cristina Pianura, oltre a mantenere la leadership assoluta nel segmento Information Technology, la concessionaria intende consolidare la posizione di forza su business e automotive, strutturando un'offerta commerciale specifica per target di alto profilo e high-spender, dove confluiranno le linee editoriali legate al lusso e al lifestyle. TAG Advertising punta inoltre ad un forte ampliamento del network pubblicitario, preservando al tempo stesso i propri punti di forza: qualità degli editori, cura meticolosa del cliente e capacità di proporre originali progetti speciali.

"L'arrivo di Cristina Pianura, che conosco da anni e con la quale mi trovo in piena sintonia, arricchisce TAG Advertising di una nuova figura professionale, perfettamente integrata e dal grande potenziale - afferma Giusy Cappiello -. Mentre io continuerò a concentrarmi sulla direzione e lo sviluppo della rete vendita, Cristina è chiamata ad estendere il network di siti in concessione, in un'ottica di espansione del business e apertura a nuovi mercati. Un segnale di forte impegno alla crescita che lanciamo agli investitori pubblicitari e agli editori di qualità che aspirano ad una concessionaria che ne valorizzi il potenziale".

Torna all'indice ›